Torino espugna Cividale e conquista il primo posto!

29 apr 2023

Obiettivo primo posto nel Girone Blu raggiunto per la Reale Mutua Torino che vince nell’anticipo del sabato contro Cividale con il punteggio di 82-78. Miglior realizzatore Simone Pepe, che ha messo a referto 23 punti. Da segnalare la doppia-doppia di Jackson fatta da 13 punti e 13 rimbalzi.

Il primo canestro della partita porta la firma di capitan De Vico che trova la tripla, ma dall’altra parte Miani appoggia il 3-2. Per mano di Pepper arriva il primo vantaggio di Cividale (5-3 dopo 2’30” di gioco). Si sblocca anche Pepe che trova sette punti in fila che valgono il nuovo vantaggio torinese (10-5 a metà primo periodo). Si scuote la Gesteco con Battistini (12-7), ma capitan De Vico trova la tripla che vale la doppia cifra di vantaggio per la Reale Mutua (17-7 a 3’30” dalla prima pausa). Miani sblocca Cividale, trovando la tripla che vale il -10 (24-14). Il primo quarto va in archivio sul 25-17. 

Il secondo quarto si apre con la tripla di Schina, che ripota Torino sul +11 (28-17). Si sblocca Guariglia e la sua schiacciata vale il 33-22 dopo 2’30” di gioco. Le due squadre non segnano per un paio di minuti, ma ci pensa Mayfield a sbloccare la Reale Mutua (35-24 a 5’30” dall’intervallo lungo). Il canestro di Cassese riporta Cividale sul -10 (36-26) e convince coach Ciani a fermare la partita con il time-out. La Gesteco grazie a Redivo e Pepper si riavvicina sul -5 (36-31), ma Schina segna in penetrazione il nuovo +7 torinese, che diventa +9 grazie a Pepe (40-31). Si entra nell’ultimo minuto di primo tempo sul 42-34 in favore di Torino. Il canestro di Jackson chiude il secondo quarto, con le due squadre che vanno negli spogliatoi sul 45-36.

Al rientro in campo dopo l’intervallo lungo la partita riprende con la tripla di capitan De Vico che vale il +12 torinese (48-36). Pepe gli dà manforte segnano cinque punti in fila che ritoccano il massimo vantaggio gialloblù sul 53-36. Furin segna da sotto e Cividale si riporta sul -15 (55-40), ma Jackson trova il gioco da tre punti che spinge nuovamente Torino sul +18 (58-40 dopo 4’30” di gioco). Si sblocca anche Vencato che in penetrazione trova il canestro che vale il nuovo +17 (60-43). La Gesteco però torna sul -9 grazie ad un parziale di 8-0 (60-47 a 3’ dall’ultima pausa) e coach Ciani è obbligato a fermare la partita con il time-out. Dopo la sospensione Cividale torna sul -6 (60-54), ma Vencato trova la tripla del nuovo +9 (63-54 a 1’ dalla fine del quarto). Il terzo periodo va in archivio sul 64-56 in favore di Torino.

L’ultimo quarto si apre con il canestro di Pepe che ridà la doppia cifra di vantaggio alla Reale Mutua (66-56 dopo 1’). Il primo canestro di Cividale arriva per mano di Pepper dopo 2’ di ultimo periodo e vale il -8 (66-58). Sia Torino che Cividale non trovano il canestro per oltre un minuto, fino ai due liberi di Jackson che valgono il 68-58. Guariglia trova quattro punti in fila e Torino va sul +11 (72-61), ma Miani trova la tripla che accorcia nuovamente le distanze (72-64 a 4’30” dall’ultima sirena). Cividale torna ad un solo possesso di distanza grazie ai liberi di Rota (72-69), ma Mayfield trova il canestro che vale il nuovo +5 (74-69 quando entriamo negli ultimi 2’). Redivo segna da tre punti, imitato da Jackson (77-72). Ancora Miani segna da tre punti, ma Mayfield segna dalla media (79-75). La tripla di De Vico chiude la contesa: la Reale Mutua vince 82-78!

 

UEB Gesteco Cividale - Reale Mutua Basket Torino 78-82 (17-25, 36-45, 56-64)

UEB Gesteco Cividale: Redivo 26, Miani 8, Cassese 5, Rota 6, Mouaha, Furin 7, Battistini 8, Barel NE, Pepper 11, Pillastrini NE, Micalich NE, Dell’Agnello 7. All.: Stefano Pillastrini.

Reale Mutua Torino: Mayfield 9, Vencato 5, Taflaj, Loiacono NE, Schina 8, Jackson JR. 13, Guariglia 6, De Vico 18, Beltramino NE, Pepe 23. All.: Franco Ciani.

 

Il commento di coach Franco Ciani: “Vittoria meritata, siamo stati avanti per 40 minuti, conducendo a tratti anche con autorevolezza costruendo parziali importanti. Non siamo riusciti a eliminare delle flessioni, determinate anche dai crampi e dalle rotazioni strette, ma per fortuna abbiamo l’abitudine a giocare i minuti finali con la voglia di vincere e l’attitudine necessaria a farlo. Siamo ancora imbattuti nella fase a orologio e primi nel nostro girone, quindi non abbiamo motivi per non essere contenti di quanto fatto finora”.

Notizie correlate